mercoledì 6 ottobre 2010

DNA - Art and Meditation Project





Lo scorso week end all'Oval di Torino, l'edificio che nelle passate Olimpiadi aveva ospitato le gare di pattinaggio  ( le foto in esterno  in alto sono  state  prese a prestito  dalla rete, ma le foto  indoor sono tutte mie, as usual) ha ospitato  il primo Salone DNA Italia 










E il DNA in questione non è  l'AcidoDesossiriboNucleico che contiene le informazioni genetiche dell'essere umano  ma, come scritto qui   molto meglio di quanto saprei dire  io, sta ad indicare  il primo salone italiano dedicato alla innovazione applicata ai beni culturali, la prima occasione, per  quanto ne so, in cui sono state messe a confronto  esperienze professionali, dalla piccola bottega artigiana alla mega impresa ipertecnologicizzata,  votate  alla conservazione al  restauro e alla  diffusione del nostro patrimonio culturale, e tra i partecipanti di lusso ha potuto vantare nientepopodimenoche  Shelley Bernstein, vulcanica  direttrice del  Dipartimento Tecnologia del  Brooklyn Museum di New York, una donnina  minuta ma parecchio tosta che  ha saputo trasformare un museo  periferico e  polveroso  in un pluripremiato centro di innovazione tecnologica e  gli ha regalato  una rete di fan on line  da fare invidia a qualsiasi pop star. 

Sul versante di casa nostra mi è sembrato  notevole lo stand dedicato al restauro della  Venaria Reale, e non lo dico solo per ragioni di campanilismo: era  interessante  e comprensibile  anche per i non addetti ai lavori




Leggermente inquietante, almeno per me che non ne avevo mai visti così da vicino,  la presenza di un grosso falco (molto obbediente e disciplinato, va detto) istigato a compiere  allarmanti picchiate dal  suo  falconiere per pubblicizzare un metodo  efficace e  assolutamente  naturale per tener lontani gli uccelli dagli aerei in volo.





Noi però al DNA ci siamo andati per la ragione molto precisa  di salutare  alla sua prima uscita pubblica  The Art and Meditation Project,   un  progetto di  Doc in Progress  (Matteo Bellizzi, Fabrizia Galvagno e Andrea Vaccari) che si pone l'ambizioso compito di far da tramite tra l'arte e lo spettatore. Sono brevi documentari in cui lo spettatore dell'opera d'arte viene stimolato a  meditare su se stesso,  a partire dall'opera osservata, in un libero gioco di associazioni tra quello che  vede e le sensazioni che  prova.


Questo è il trailer del progetto, e i due anziani, la mamma con la sua bambina e  la scrittrice sono i primi ritratti dei visitatori del Museo Borgogna  di Vercelli  che ha prestato le sue sale per le riprese. 
A me sono piaciuti molto tutti e tre gli episodi  presentati  ed il progetto mi sembra azzeccato e meritevole di successo.  E guardate che il mio è un giudizio obiettivo, anche se pure stavolta  non posso negare che Merola   non ha  torto quando canta che i figli so' piezz'e core




9 commenti:

ivana ha detto...

Molto interessante...però mi piacerebbe vedere le foto ingrandite di più!
Che dire...coi figli, mica si può far finta di niente!
Ha stoffa, soprattutto per l'osservazione rispettosa, che tiene difronte alle persone...che rimangono persone, non personaggi!
Grazie dede...sempre attenta alle manifestazioni culturali...che sai cogliere con tanta proprietà, da cui possiamo imparare molto!!!

Ciauu!!!

Puddin ha detto...

Fabrizia - che piacere vederla attraverso il suo lavoro. Visto link. Veramente interessante! Con il tuo aiuto vedo sempre il cuore di mostre che non avrei mai visto!

Chiara ha detto...

sei proprio la nostra inviata speciale, questi reportage ci fanno vivere da vicino cose che difficilmente potremmo visitare veramente, grazie cara, un bacione...

Carla ha detto...

Condivido pienamente i tre commenti sopra di me. Davvero interessante e un bel lavoro quello di Doc in progress!

dede ha detto...

grazie, troppo buone!

Fabipasticcio ha detto...

leggo solo ora e per non ripetermi, nonostante la mia ben nota prolissità, mi associo ai commenti precedenti!
Bravissima la mamma e bravissima la figlia e quindi anche l'altro DNA c'entra ;-)
carissima, baci baci ad entrambe

Phivos Nicolaides ha detto...

Molto interessante... Very interesting article and beautiful photos. Chiao

Gracie ha detto...

Interesserebbe molto a mia figlia.......le giro il link al tuo sito. Grazie.

Anonimo ha detto...

Good day!This was a really outstanding Topics!
I come from milan, I was luck to discover your theme in google
Also I learn a lot in your topic really thanks very much i will come daily

LinkWithin

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin