domenica 26 settembre 2010

Centodieci e lode


E' un momento difficile, l'ho già detto, ma ieri le preoccupazioni e i pensieri sono stati momentaneamente archiviati per un appuntamento imperdibile: la laurea di Alessandro, mio nipote.


Lo scalone era già carico di laureandi accompagnati da stuoli di amici e parenti, e così, un po'  per stemperare la tensione crescente del nostro candidato  e un po' per un imprevisto attacco di  nostalgia, ho sfoderato il cicerone che sonnecchia  in me e allontanato  il parentado alla volta di un giro turistico-sentimentale sulle orme di ricordi vecchi come il cucco ( ai miei tempi il bar era qui, da quella parte c'era l'aula di disegno del primo anno, quella manica di aule  non esisteva ancora, lì nel cortile  c'era la fontana dove d'estate si  andava tutti a  mettere i piedi a bagno)


Nel frattempo i candidati, come tanti attori in attesa di  provino, continuavano a ripassare  il copione e sfogliavano per l'ennesima volta le tavole dei loro  progetti. Trovandoci  un errore. E vedendosi, magari per  un  trascurabilissimo errore di battitura che nessuno noterà mai, cacciati dalla commissione con ignominia e additati al pubblico ludibrio.  E' inevitabile.








Dopo la proclamazione dei laureati del trienno, interminabilmente lunga per chi aspettava, finalmente è arrivato il nostro turno. 






Com'era prevedibile, la commissione non ha cacciato nessun candidato per colpa di un  errore di battitura, non ha additato alcuno al  pubblico ludibrio e non ha inflitto alcuna sadica umiliazione. 


E quando  i nostri eroi sono stati proclamati Dottore Magistrale in Architettura con centodieci,  lode e pubblicazione della tesi  su internet


la zia ha offerto di sé uno spettacolo indecoroso mettendosi a piangere come un vitello







  



18 commenti:

antonietta ha detto...

quanto è bello piangere come vitelli, io piango sempre, quando si tratta dei miei figli e mi piace piangere di gioia...auguri al Dott, una luminosa carriera e alla sua famiglia, gioia a gogo

Carla ha detto...

CHe bello rileggerti! Congratulazioni al nipote, immagino l'emozione, anch'io sono di lacrima facile! :)

ps: Le tue foto sono sempre bellissime!

ivana ha detto...

Cara Dede,
ti voleva davvero questa "oasi" di gioia per il nipote che si laurea...e con cotanto onore!
Le lacrime ci stanno proprio bene!
E mi figuro il Cicerone (non proprio dormente in te!) che illustrava i particolari, specie quelli della ta memoria!!!!
Benritrovata...ti leggo sempre con piacere!
Un abbraccio e ti auguro una buona settimana, per quanto possibile!!!

erika ha detto...

evviva!
spettacolo indecoroso???
meraviglioso spettacolo di emozioni!
Ancora complimenti e poi... il palazzo è bellissimo!
ti abbraccio

Anonimo ha detto...

Felicità, gioia, lacrime sono ben accetta sempre, specialmente quando il contorno è meno roseo! Felicitazioni al nuovo dott! e alla famiglia un enorme abbraccio da Ponente, P

Elettra ha detto...

Tanti tanti auguri per la laurea di tuo nipote e capisco il pianto di gioia della zia

Chiara ha detto...

bello rileggerti Dede! Congratulazioni al neolaureato, è bello piangere per questi traguardi...Un abbraccio e spero che anche a te le cose vadano sempre meglio...

astrofiammante ha detto...

augurissimi al nipote che ha anche il merito di regalarci di nuovo la tua presenza qui tra noi, bentornata con la speranza che pian piano le ferite si rimarginino, bacio.

dede ha detto...

grazie a tutti di tutto cuore.

Germana ha detto...

Congratulazioni ad Alessandro e un grande abbraccio a te Dede!!!

Phivos Nicolaides ha detto...

Congratulations Dede. Bravo my dear friend. The photos are great as well! Hugs

Fabipasticcio ha detto...

Bravissimo al neo dottore! complimenti per le foto come sempre e la commozione ci sta tutta! E' un traguardo importantissimo.
Un abbraccio a tutti voi.

la belle auberge ha detto...

Congratulazioni, ma tante tante tante al neo-architetto!!! Un particolare pensiero a te, carissima Dede, e a tutte le persone a cui vuoi bene.
Ti abbraccio

Gracie ha detto...

Le emozioni non sono mai indecorose Dede, è il bello di essere umani. Congratulazioni al Dott. (io chissà mai quando ci arriverò a piangere, con i tempi di mia figlia.....). Un abbraccio e un pensiero affettuoso per tutto il resto.

Nishanga ha detto...

Che gioia rivederti; ritorno alla grande, brava! Auguri a TUTTI!
Fotoracconto molto bello;
proprio ieri mi è capitato sotto gli occhi questo
http://www.lauralamanda.com/category/foto/fotoracconti/
e pensavo quanto questa formula di racconto sia sottovalutata.
Grande Bacio

papavero di campo ha detto...

auguri di congratulazione al nipote di dede!
con quel lampo di gioia negli occhi e la camicia architettonica-optical!
che forza! tutta la cronaca! anch'io per mio nipote gianluca ho avuto lacrimucce d'emozione al suo giorno di laurea (e poi addirittura la febbre sono stata costretta a saltare il festeggiamento della sera)
vivaddio esiste anche un'aria buona di famiglia intrisa di sentimento vero di cui chissà perché ci si difende sempre!
a dedezia un abbraccio tra zie!

giacynta ha detto...

Ciao, complimenti per tuo nipote e per il tuo bel blog!
Giacinta

dede ha detto...

un sentito RI-grazie a tutti

LinkWithin

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin