sabato 25 agosto 2012

Valentino e Valentina




NUOVI BATTELLI PER LA NAVIGAZIONE SUL PO A TORINO – In occasione dei festeggiamenti per il 150 ° Anniversario dell’Unità d’Italia il Comune di Torino ha deciso di mandare in pensione le due motonavi, note ai torinesi con i nomi di Valentino e Valentina, che effettuano il servizio di navigazione sul Po con due nuovi battelli del tipo “bateaux mouches”, ovvero molto simili a quelli che navigano sulla Senna a Parigi. I nuovi battelli sono lunghi 20 m e larghi 5,10 m e potranno garantire maggiore comfort ai passeggeri e una migliore visibilità sul panorama della città grazie alle ampie vetrate laterali e ad alcune parti scorrevoli ed apribili.
Questo il comunicato ufficiale.
Ora, non vorrei farmi prendere per una esterofila disfattista se dico che  tra i torinesi Valentino II e  Valentina II e i parigini bateaux mouches


di differenza ce ne corre,  però   il percorso sul Po riserva  scorci a dir poco incantevoli,  




come  la bella palazzina della  Società Canottieri Esperia, e più in alto la Chiesa di Santa Maria al Monte (per noi torinesi, che siamo in confidenza,  è semplicemente  il Monte dei  Cappuccini). Intorno a Natale la Chiesa si fregia di una installazione di Luci d'Artista molto suggestiva,  ma di questo parleremo un'altra volta






Questo è  il Castello del Valentino, e  gli aficionados di Varie ed Eventuali sanno che ho un debole per lui.
Il percorso sul fiume  continua fino all'Imbarco di  Italia 61 e passa davanti al Museo dell'Automobile,  ma io volevo mostrare alla mia amica Antonietta  il parco del Valentino, e così 

siamo scese alla fermata di mezzo, al  Borgo Medievale 













7 commenti:

antonietta ha detto...

la tua amica Antonietta è ancora nel brodo di giuggiole x l'incantevole vacanza a Torino, e il Castello medievale è stato un bijoux...grazie Dede!

Grazia ha detto...

Una sorpresa di quella città inaspettata e sorprendente che è Torino! Grazie.

la belle auberge ha detto...

Ciao, Dede. E' proprio vero: i paesaggi visti dai corsi d'acqua assumono tutta un'altra prospettiva (ben piu' attraente).
Buona domenica

dona ha detto...

Ma sai che è proprio incantevole questo giro sul Po? Se càpito a Torino voglio proprio farlo.

Nela San ha detto...

Forse mi è sfuggito nel leggere e chiedo venia, ma come li hanno chiamati i nuovi battelli? Hanno mantenuto i nomi dei loro predecessori? A me i nomi Valentino e Valentina piacciono più di "battelli mosche" (per tradurre tout-court i vaporetti d'Oltralpe).
Bye&besos

dede ha detto...

ringrazio tutti per i commenti e a Nela San comunico che, con grande originalità, i nuovi battelli si chiamano Valentino II e Valentina II.

Margot ha detto...

Mi piace un sacco questo post. Primo perché adoro salire sui barconi e fare gite lungo i fiumi. Secondo perché essendo di Ferrara, sono un'amante del Grande Fiume e so che riserva tante meraviglie, anche se mi stupisco sempre di trovarne di nuove. E terzo perchè quando tornerò a Torino, cosa che mi sono ripromessa di fare presto, potrò fare come i veri torinesi e curiosare negli angoli più nascosti di questa splendida città. Grazie!

LinkWithin

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin