lunedì 11 ottobre 2010

Home Sweet Home


Mi è sempre piaciuto tantissimo  osservare le case.  Casa intesa come  Home, non House: la tana, il nido, o comunque vogliamo definire  lo spazio  che ciascuno di noi si costruisce e che rivela  della nostra personalità   molte più cose di quanto possiamo  immaginare.  Non è solo questione  di  mobili belli, e nemmeno di buon gusto;  ho incontrato sulla mia strada case bellissime e splendidamente arredate che facevano venir voglia di  scappare  alla velocità della luce e case tremende, di  cui  non si salvava neppure lo zerbino davanti alla porta, ma accoglienti e capaci di trasmettere il calore affettuoso dei suoi inquilini.   Per essere sincera ne ho incontrate anche moltissime orrende E  che  facevano pure   venir voglia di scappare alla velocità della luce. Si tratta della categoria più numerosa, aimè, ma le case brutte non mi  hanno mai ispirato alcun desiderio di immortalarle per i posteri, mentre di quelle belle ho raccolto una discreta collezione che in parte vi voglio mostrare. Alcune sono case in cui sono entrata solo per una volta, altre sono di amici miei, e molte  per un verso o per un altro  si somigliano, ed è abbastanza curioso perché le distanze, e  non solo geografiche, sono notevoli. 
(Romania)
(Italia)

(New York)

(Romania)

(Lisbona)
(Lisbona)
(Italia)

(questa è l'unica che non somiglia a nessun'altra e non  potrebbe trovarsi in nessun altro luogo)

(Italia)
(Romania)

(Romania)
(Italia)


Questi tre  piccoli studioli molto diversi l'uno dall'altro invece si trovano tutti a poche decine di chilometri di distanza

















mentre le due cucine dipinte  di un azzurro  che più azzurro non si può si trovano una in Romania e l'altra all'isola d'Elba







(New York)
(Romania)


19 commenti:

erika ha detto...

grazie Dede.
mi mancavi un sacco! la mattina sai sei il mio primo appuntamento.
bacio

dede ha detto...

grazie erika sei un tesoro

la belle auberge ha detto...

hai ragione, è stupefacente la somiglianza tra alcune abitazioni.Per me, quelle fotografate appartengono tutte alla categoria "case belle ed accoglienti", specie una certa casa con i gatti appollaiati sugli schienali dei divani...

dede ha detto...

Cara Eu, la casa dei gatti è fuori concorso

ivana ha detto...

Hai ragione, non occorre stile per avere una casa abitabile, ma se 'è la rende preziosa!!!

Grazie per questo occhio delicato nelle case altrui!!!

Ciauuuuuuuu!!!

Mari ha detto...

Ciao Dede, mi fa piacere rileggerti!
Che belle le foto delle case...
Io mi sono trasferita (per ora solo mentalmente) qui: mariannasbadpages.blogspot.com

e c'ho anche io un post su una casa -da sogno....

dona ha detto...

Bellissima idea per un post, complimenti! E condivido assolutamente le tue riflessioni sul concetto di casa accogliente.
La mia prima casa (eravamo giovani e insesperti) sembrava uscita da una rivista di arredamento, tanto era fredda uguale a mille altre. Con la maturità invece si acquisisce sicurezza in se stessi e le scelte si fanno personali, al di là delle mode del momento. Tutto questo si riflette sull'atmosfera di una casa, e viene percepito tanto da chi la vive, quanto da chi ci entra come ospite.

dede ha detto...

Difficile definire che cosa è lo stile, Ivana: è un mix di personalità curiosità amore, anche un briciolo di talento, ma nulla a che vedere col rincorrere le mode del momento

Mari sono contenta anch'io di averti ritrovata!

dede ha detto...

grazie dona, vedo che le nostre opinioni collimano. Deformazione professionale anche la tua?

Lydia ha detto...

Questo è un post molto caldo

dona ha detto...

Grazie per l'implicito apprezzamento, ma attualmente esercito solo come mamma in un'insolita famiglia in cui nessuno è parente di nessuno...:)
Prima lavoravo, naturalmente, ma niente di creativo.

Puddin ha detto...

Welcome home Dede! P

Nela San ha detto...

Dede bellissime foto! Hai colto le atmosfere, calde, accoglienti di veri e propri nidi dove si può gustare il piacere di ritrovarsi con la famiglia o con gli amici.
Spero seguiranno altre foto così.
A presto

Phivos Nicolaides ha detto...

What a beautiful house you have and enjoy. Lucky you are!

dede ha detto...

Lydia sì, è proprio di calore che volevo parlare
Puddin, dovrei essere io a dirlo a te: Welcome Home!
Nela San grazie, chi sa che prima o poi non ci sia una seconda puntata
Phivos Nicolaides thank you, I'm really lucky

Gracie ha detto...

La casa dovrebbe evolversi col cambiare delle nostre stagioni, e non mi riferisco a quelle della natura......ma ci vorrebbero troppi soldi, mannaggia. Allora io faccio piccoli cambiamenti, piccoli spostamenti, piccole aggiunte....quando invece il più delle volte vorrei stravolgere tutto. Grazie per le foto e le atmosfere!

Pat @ Mille Fiori Favoriti ha detto...

It is "home sweet home" no matter where in the world you live! Wonderful photos!

clafer ha detto...

ben tornata! belle foto, belle case, belle cose...

papavero di campo ha detto...

un post bellissimo!
non è facile parlare di case vita storie anima tutt'assieme,
le tue immagini ci sono riuscite

LinkWithin

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin