mercoledì 17 marzo 2010

Der Scutt, chi era costui?




A volte il destino è ben  strano. Ci sono architetti   più famosi di una rockstar, con nugoli di fans  disposti a tutto pur di avere un loro autografo anche se poi nella realtà solo  pochi saprebbero riconoscere con certezza  qualcuna delle loro opere. Tanto per dire, a  Berlino ho udito  con raccapriccio  un  turista francese attribuire con tono  autorevole  a  Jean Nouvel   il  progetto del Reichstag, e riconosco che mi è costato un certo sforzo  non  sbugiardarlo di fronte ai suoi ignari compagni 
Ma ce ne sono altri (di architetti, non di turisti)  di cui nessuno ricorda  il nome, anche se  hanno firmato lavori a loro modo ragguardevoli, pubblicati su decine di riviste e  visitati,  fotografati e  commentati da mezzo mondo.  
E' esattamente la sorte  che è toccata  a  Der Scutt, architetto di fiducia di Donald Trump e progettista, tra il resto,  anche della arcinota  Trump Tower sulla Quinta Avenue. 


Qualche giorno fa Der Scutt è morto, e credo  sia stata la prima volta in cui  il suo nome è comparso sui  quotidiani di casa nostra 


 



 



 












2 commenti:

orsy ha detto...

Dede, sai sempre dare le vertigini...

dede ha detto...

davvero?

LinkWithin

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin