giovedì 22 ottobre 2009

GROM - gelati in giro per il mondo




Era da un po' che cercavo l'occasione per parlare di una gelateria nata dalle mie parti nel 2003 e baciata da un successo strepitoso, ma non avevo ancora trovato la maniera di farlo senza manifestare esageratamente il mio sciovinismo.
E' arrivata a levarmi le castagne dal fuoco Artemisia con un post sul nuovo locale aperto a   Venezia, e così mi sono sentita, per dirla con un'espressione che va forte di questi tempi, sdoganata. E allora ecco a voi, signore e signori, la gelateria GROM di via Accademia delle Scienze a Torino.




































New York le gelaterie GROM sono a: 
2165, Broadway (and 76th) - Upper West Side - New York City - Tel. (+1) 212 362 1837
233, Bleecker Street (and Carmine) - Greenwich Village - New York City - Tel. (+1) 212 206 1738


Quella fotografata qui sotto è la gelateria di Bleecker street angolo Carmine, in un caldo pomeriggio di fine giugno.

























E adesso mi sembra giusto mostrare anche la faccia degli artefici di tutto questo ambaradan, i due signori Grom per capirci, che in realtà si chiamano Federico Grom e Guido Martinetti.
Sia chiaro, non hanno mica posato per il mio obiettivo neh!  la foto proviene dal loro  sito ufficiale


10 commenti:

Rita & Mimmo ha detto...

Ma sono gelati all'italiana?
Comunque gelato pagato?

dede ha detto...

all'italiana, sicuramente. Ma non ho capito cosa vuol dire "gelato pagato"

papavero di campo ha detto...

siccome non ti sei espressa in proposito ti chiedo se a te piace il gelato grom?

dede ha detto...

Non mi sono volutamente espressa, papavero, perchè io non faccio testo. Mi piacciono tutti, dalla orrenda sbobba industriale esageratamente dolce e gonfia di grassi idrogenati alla raffinata produzione di nicchia con ingredienti super pregiati. Basta che sia gelato.

la belle auberge ha detto...

ciao, Dede.
So di aver mangiato un gelato Grom da qualche parte, ma non ricordo dove. forse proprio nel negozio sulla Broadway (pensa te, come se Torino fosse più distante di New York City...). Mi è sembrato un buon gelato, niente di più niente di meno.

papavero di campo ha detto...

ero incuriosita del tuo parere,
a me non fa tutto 'st'effetto panigiricoso, sì la nicchia e tutto quanto ma sai com'è de gustibus..

dede ha detto...

Non sono una consumatrice di gelato da passeggio, credo di aver assaggiato una sola volta un gelato Grom, e quindi non sono accreditata per esprimere un giudizio ragionato. Ne ho parlato principalmente per questioni di campanilismo, e anche perchè le facce dei due giovanotti mi sono sembrate simpatiche.
domani pomeriggio mi toccherà fare darmi da fare tra coppette e coni e immagino che una sola esperienza non sarà sufficiente, ma si sa, il dovere è dovere. E noi non ci sottraiamo MAI al nostro dovere

Gracie ha detto...

Anche a Parma c'è una gelateria Grom e da quando ha aperto per me è LA gelateria. Mi piacciono quasi tutti i gusti provati, ma vado matta per quelli di frutta, specialmente la mela (io vado pazza per la mela in tutti i suoi aspetti)il fatto è che spero che quel che dicono (naturalità del prodotto, coltivazioni controllate ecc.) sia vero, mangio i gelati un pò più serenamente visto che non sono una consumatrice "stagionale" anzi, ne mangio più in inerno, d'estate mi fanno venire sete, preferisco le granite o i ghiaccioli.

marinella ha detto...

A me io gelato di Grom piace parecchio, soprattutto i gusti che fanno con gli ingredienti pregiati tipo i pistacchi di Bronte ecc.. una vera delizia. Ciao

Anonimo ha detto...

La ringrazio per Blog intiresny

LinkWithin

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin