giovedì 23 aprile 2009

St. Paul's Chapel



St Paul's Chapel, che è la chiesa più antica di Manhattan e anche il più antico edificio ancora in uso, risale al 1766. Come dire il pleistocene, secondo il metro di New York.
Fu costruita da un architetto di cui non ricordo il nome, che per progettarla si ispirò alla famosa St. Martin in the Fields di Londra.







Pareti rosa e soffitti azzurri, colonne bianche, un pulpito dalle sobrie decorazioni in oro, grandi vetrate e lampadari di cristallo rendono questa chiesa molto luminosa e accogliente.












Ci veniva a perfino George Washington, e la panca su cui si raccoglieva in preghiera viene conservata ancora oggi con una grande venerazione



Ma sopra ad ogni altra ragione, St. Paul's Chapel resterà famosa per esser servita come base d'appoggio ai volontari che operarono per mesi e mesi tra le macerie delle torri gemelle.





Venivano a riposarsi qui nel cambio dei turni, e trovavano caffè caldo cibo e una branda su cui stendersi. Ne hanno lasciata una, di queste brande, è coperta da un plaid patchwork azzurro e marrone su cui chissà chi ha deposto i pupazzi di alcuni tra i tanti bimbi rimasti orfani.
Credo che nessun monumento sarebbe potuto essere più coinvolgente e più commovente di questa branda semplice e senza fronzoli.



2 commenti:

antonietta ha detto...

c'è un luogo brutto a NY?

Esther ha detto...

Questa branda più eloquente di ogni parola.

LinkWithin

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin