mercoledì 11 febbraio 2009

The show must go on. forse

Prima di tutto riferisco l'indicazione data da una amica di forum, che ringrazio sentitamente, sul modulo scaricabile per predisporre il testamento biologico. Non ha per il momento ancora valore legale ed è possibile, dato l'andazzo generale, che non lo abbia mai, però è l'unica arma disponibile per manifestare la nostra volontà, ammesso che valga qualcosa, e vale la pena di conoscerlo. Detto questo, e a chiusura di una pagina molto dolorosa e molto difficile, desidero soltanto esprimere in poche parole tutto il mio rispetto e la mia solidarietà verso un padre che ha affrontato il suo calvario, ha sfidato il giudizio degli uomini e il giudizio di Dio accettandone consapevolmente tutte le conseguenze, soltanto per liberare la figlia da un ergastolo ingiusto che non aveva meritato. E questo è un gesto d'amore enorme. Enorme, anche se molti hanno finto di non capire.

2 commenti:

paperina ha detto...

Dede,quante volte mi sono interrogata in qs giorni,ricordando quei genitori e quella ragazza.Mi son chiesta "cosa avrei fatto,come madre?" ho ricordato Welby,ho pensato al magnifico film "invasioni barbariche",la dolcezza di quella decisione così forte e voluta.Riprendevo me stessa.. per tutti i pensieri che lottavano tra loro.In questo baccano volgare.Sono lieta di affidare qui il mio pensiero,molto lieta
fpapie

Esther ha detto...

Ci sono persone pronte a mandare i figli degli altri a farsi ammazzare in qualche guerra che magari chiama di liberazione di un popolo, e queste persone, forse per lo stesso motivo, perché la vita degli altri non vale nulla, ma solo il loro potere conta, come sciacalli si buttano sul dolore altrui, offendendo anche l'ultima dignità che a un essere umano rimane e chiamando tutto questo lottare in nome della vita.

LinkWithin

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin