mercoledì 10 ottobre 2007

mercoledi mercato































al mercoledi c'è mercato vicino al mio studio. Non è un mercato grandissimo però ci si trova tutto. frutta e verdura, un banco di formaggi, il pescivendolo, ma anche lenzuola e tovaglie, fiori, c'è perfino il pasticcere. Io ci vengo di corsa, rubando il tempo all'ufficio, perchè mi piace farci la spesa, gironzolare tra le bancarelle, guardare la gente che viene per comprare, ma anche o forse soprattutto per scambiare due parole. Molti i nonni con passeggino, moltissime le anziane signore che spingono caracollanti un carrello di tela scozzese, e giovani donne straniere che parlano fitto fitto nel loro telefonino .
Qualche volta ho anche ceduto al fascino di Tendenze Moda, con i suoi pullover in finto-lana e i calzoni in mistoterital studiati espressamente per massaie senza grandi istanze modaiole.
L'unica tentazione a cui ho sempre resistito, e credo resisterò per sempre, è il banchetto del venditore di soprammobili: mezzo metro di cavalli tigri e leoni in finto capodimonte, ingombranti e suppongo pesantissimi. Mi sono sempre chiesta chi caspita sia disposto a scarpinarseli a piedi fino a casa, ma evidentemente qualcuno ci sarà, dato che li vedo regolarmente esposti ogni mercoledì. Peccato che il venditore non me li abbia lasciati fotografare.


3 commenti:

fabrizia ha detto...

perchè dici FINTO capodimonte?????

dede ha detto...

già, magari è Capodimonte vero. Probabile, molto probabile

Cristina ha detto...

Il Capodimonte vero (che è difficile distinguere dal finto) si trova in Via Milano, se va bene. A prezzi orridi, perché fatto, se non a Capodimonte, almeno in Corea per conto della Manifattura. Il finto Capodimonte, invece, è fatto in qualche sottoscala europeo da cinesi che lavorano per cinesi, ed è venduto a prezzi concorrenziali.

LinkWithin

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin