mercoledì 15 gennaio 2014

New York, carrozze e cocchieri



Sono ormai alcuni anni che non ho più  ragioni per andare nella Grande Mela, ma   quel briciolo  di nostalgia  sempre latente non  aspetta altro che un pretesto per tornare a galla e così, quando sulla  Stampa di oggi  ho letto che New York dice addio alle carrozze a cavalli  ho provato una fitta di dispiacere, manco  fossi stata io ad essere stata  personalmente defraudata di qualcosa. E sono andata a riguardarmi  le vecchie foto di carrozzelle e cocchieri che avevo scattato dalle parti di  Central Park, tra il Plaza Hotel 

 
e Columbus Circle










La cosa buffa è che io sono allergica ai cavalli, e nemmeno una volta  in tutta la vita mi è passato per la testa di andare a spasso in  carrozza




7 commenti:

Graal77 ha detto...

Le cose cambiano,la vita,noi cambiamo e spesso mi accorgo che non sempre eliminare le cose del passato faccia bene a noi contemporanei!!Buona Vita!

Grazia ha detto...

Devo ammettere che fra tutte le cose che scompaiono le carrozze sono quelle che mi mancheranno meno. Non sono mai stata in carrozza a New York, ma ci sono stata a Firenze dove sulla "carrozzella" c'è tutta una letteratura. Non sono un'animalista, ma mi sono sentita così male a vedere tutta la fatica e la tristezza del cavallo,costretto col paraocchi a fare perennemente gli stessi giri tra autisti e pedoni irrispettosi, che mi sono ripromessa di non salirci più. Forse a New York, al Central Park era un'altra cosa...Ma ormai...

gracie1961 ha detto...

Io ne ho fotografata una viola e nera.....che spettacolo!

Dede Leoncedis ha detto...

Graal 77 è proprio così, le cose cambiano e anche se il cambiamento è in meglio è difficile di primo acchito adeguarsi. E' seccante ammetterlo, ma ad una certa età è proprio vero che si diventa più conservatori.

Grazia ne convengo, questa del sindaco De Blasio è una ottima iniziativa in favore dei poveri cavalli e poi, come ho già detto, io non ho mai neanche pensato di salire su una carrozzella. Hai ragione tu: non c'è niente da rimpiangere.

Gracie chissà che bella!

Fabipasticcio ha detto...

Non essendo stata a NY, non so dire quanto magiche fossero le carrozze nel Central Park, però ricordo un viaggio in carrozza per andare da Fussen al castello di Neuschwanstein - e viceversa.
Sono carrozze in cui salgono più persone.
Al ritorno io e Ale siamo saliti a cassetta perchè erano gli unici posti liberi e di quel viaggio Ale ricorda le attività fisiologiche del cavallo...la magia del castello si è azzerata nella sua mente!
Va detto che su quella strada o si va a piedi o si va a cavallo, quindi forse le carrozze rimarranno a lungo... e ruberanno la scena al castello ;-)

Nela San ha detto...

Non so...non ce le vedevo a NY. Forse a New Orleans. In tutti i casi non credo opportuno giudicare visto che a NY non ci sono mai stata e la mia esperienza USA si limita a Los Angeles e l'autostrada fino al confine col Messico.

isolina ha detto...

Lo so, lo so, hanno ragione... Ma la nostalgia assale e non c'è niente da fare. La carrozella di NY (una sola volta,un milione di anni fa) è solo uno dei tanti simboli, delle tante immagini che sono andate perdute. -
NY in particolare più che altre città si muove e si rinnova. Ma, ma ma....

LinkWithin

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin