mercoledì 7 novembre 2012

Four more years


ho sentito che lo sfidante ha ammesso la sconfitta, si è congratulato col presidente e ha esortato a mettere da parte le divisioni e collaborare per il bene dell'America.  E probabilmente lo farà davvero. 
Vorrei capire perché da noi tutto questo è impensabile.

7 commenti:

Gracie ha detto...

Se ci riesci poi mi passi un bigliettino come a scuola? Grazie.

Marianna Salvalaio ha detto...

Da noi è impensabile perché il concetto di Nazione non è valorizzato. Gli USAmericani, nel bene e nel male, si sentono uniti. Ideali?Ideologia?
In Italia predomina un campanilismo che non permette grandi slanci di fratellanza. I politici che alzano le mani in Parlamento non mi paiono affidabili nemmeno come dog-sitter!

dona ha detto...

Perchè noi siamo fisiologicamente "politically uncorrect".

Grazia ha detto...

troppo cinici, troppo individualisti, troppo" furbi"..... i motivi sono tanti e mai come ora vorrei" dimettermi da italiana"

Puddin ha detto...

sopo 200 anni di storia condivisa in bene e in male, in tutte le salse...diciamo che gli Americani sono dopotutto una nazione che crede in se stessa. Il partecipare alla democrazia fa parte del vecchio sogno americano. Quest'anno ho avuto il piacere di essere dai miei in Maine per il countdown delle votazioni e ve lo posso dire A ME HA FATTO VENIRE la pella d'oca vedere tutti seduti sul orlo del divano mentre aspettavano vedere BObama scendere e proclamare il suo speech di vincitore...era un momento emozionante

Nishanga ha detto...

oramai, andremmo rivoltati come i guanti, poi disinfettati, poi ben lavati e stirati e se in ´sta trafila si sfilaccia qualche pezzo, come dite dalle tue parti? ..tirem innanz!!
abbracci

la belle auberge ha detto...

Io ho rinunciato a capire, o meglio, ho rinunciato a sperare in un cambiamento.

LinkWithin

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin