martedì 24 aprile 2012

Il mio amico Erasmo


Il titolo   è  spudoratamente copiato dal film di Ken Loach, ma che Erasmo da Rotterdam  sia un mio amico è fuor di dubbio dal momento che mi permette fare sempre la mia porca  figura quando accompagno gli amici stranieri a spasso  per Torino. E' stato doveroso dunque, appena arrivati a casa sua,  andare a rendergli omaggio.








Dovrebbe esser fiero del tributo, visto che stava cadendo il diluvio universale e nella piazza c'eravamo  solo noi quattro balenghi.


Soltanto dopo, di ritorno in albergo, abbiamo scoperto che la porta  di Giacomo Manzù che ci eravamo ripromessi di vedere  si trovava proprio nella cattedrale  lì di fianco.  
MA, in considerazione del fatto che 
1) pioveva veramente troppissimo, 
2) non si può mica sempre vedere tutto in una volta
3) certi sacrifici si possono fare solo per chi si è laureato a Torino 
abbiamo rimandato al prossimo giro






8 commenti:

Carla ha detto...

E' vero, è vero! Io faccio parte degli amici stranieri che hanno goduto della tua formidabile guida, nonché piacevolissima compagnia quando sono venuta in visita a Torino. Posso testimoniare!

dede ha detto...

Carla, posso citarti nelle referenze?

Duck ha detto...

Sarete anche quattro balenghi, ma è così bello leggere di quando andate a spasso.
Saluti

Puddin ha detto...

prossima vita - guida turistica veramente..tanto la patente ce l'hai già. Faccio anche io parte del gruppo 'amici dei tourcedis!'...

giacy.nta ha detto...

Quando il latino era lingua universale...
Bello il tuo legame con Erasmo!:)

antonietta ha detto...

sarebbe un onore essere annoverati tra i " guidati " di Dede!

Lefrancbuveur ha detto...

se vengo al salone del libro, ti faccio un fischio :)

Mav ha detto...

Ti sei rovinata con le tue mani, lo sai? La prossima volta che càpito a Torino ti toccherà fare il bis... ;)

LinkWithin

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin