lunedì 2 agosto 2010

2 agosto

Eravamo in vacanza in Norvegia. Internet non esisteva, nemmeno i telefonini esistevano e i giornali da casa arrivavano tre giorni dopo, ma solo nelle grandi città. Ma non era mai sembrato  molto importante sapere   le ultime notizie dall'Italia,   d'estate sono tutti in ferie e  non succede mai niente.
Fu così che di Bologna venimmo a sapere solo due giorni dopo all'edicola della  stazione di Oslo.  Grandi titoli su tutti i giornali, non soltanto quelli  italiani, e ci volle un po' perché riuscissimo a capire davvero che  cosa era capitato. Sembrava incredibile.

7 commenti:

Lydia ha detto...

Io ho dei ricordi molto vaghi, ero troppo piccola per capire allora, poi ho capito, anzi no continuo a non capire.
Dede, ne approfitto per salutarti, vado in vacanza e sarò via per un po'.
Un abbraccio

dede ha detto...

buone vacanze Lydia

ivana ha detto...

Ciao Dede!
Per me invece è un insieme di sequenze indelebilii, come se la pellicola si fosse bloccata!
Sabato mattina, lavori in cucina, radio che si interrompe. fuga di gas, esplosione, in un primo tempo!
Dalle porte nei pianerottoli (abitavo ancora in un condominio!) escono le vicine..qualcuno era partito per le ferie, anche col treno!
La tensione per ore, niente telefonino, attesa di ulteriori notizie...poi tutta la tragedia veniva sciorinata dalla televisione...sempre più immane la tragedia!
L'abbiamo vissuta con un dolore immenso!
Abbiamo persino incontrato dei feriti di quell'attentato, in vacanza, per caso, dopo anni..e il racconto rievocò di nuovo la tragedia!!
Grazie dede!!
Io non riesco a parlarne...e adesso, fra un'ora, cade quell'attimo!!!

Fabipasticcio ha detto...

Trenta anni fa mi ricordo esattamente dove ero quando sentimmo della notizia. In spiaggia erano continui gli appelli per andare a donare il sangue...ci sono momenti che si cristallizzano e ogni volta che li ricordi sembrano accaduti solo da poco, questo è uno di quelli...e lo sgomento rimane purtroppo immutato perchè dopo 30 anni troppe domande sono rimaste senza risposta...

Mari ha detto...

Anche io ho ricordi molto vaghi, ma la sensazione di panico e di sgomento si e' impressa in strati cerebrali molto profondi...

Gracie ha detto...

Mio cugino doveva essere su quel treno, ma lo ha perso per un fortunatissimo disguido.....ti immagini la paura quando abbiamo sentito la notizia? E lo sgomento oggi permane, nessuna rappresentanza del governo????

P.S. tornata da Berlino, fantastica!
P.S. 2 - hai notizie di Niki? Sta bene?

erika ha detto...

anche io me lo ricordo, ero bambina.

LinkWithin

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin