lunedì 5 ottobre 2009

Whole Foods




Se Zabar's è la mecca del cibo kosher e Dean&Deluca è il  posto trendy per gourmet fighetti, Whole Foods è il paradiso per gli  estimatori del cibo biologico.
Guardando  i prezzi si può pensare di trovarsi in una gioielleria travestita da supermercato, ma in compenso  potete stare più che certi che qui anche  lo straccio che usano per lavare  i pavimenti è in tessuto organico riciclabile biodegradabile   non inquinante. E anche povero di grassi.



La scelta di frutta e verdura è incredibile e tutto è lucido e impeccabile a tal punto da pensare che dietro le quinte un esercito di addetti passi le giornate a tirare a specchio  ogni singolo acino d'uva. Ci potrebbe stare, con i prezzi che praticano. In ogni caso, escludo che l'acquirente  di Whole Foods posto davanti ad una rapa appena raccolta sarebbe in grado di riconoscerla come sorella di quella che ha  comprato  sul banco della verdura.








Qui potete trovare  qualsiasi tipo di  alimento crudo cotto semicotto semipreparato confezionato o sciolto che vi possa saltare in mente. E quando dico qualsiasi  non sto assolutamente scherzando.
Pesce fresco o  marinato in diecimila modi differenti già condito e preparato per il forno


Cereali e granola per il breakfast da comporre a piacimento  con ogni possibile e immaginabile aggiunta di frutta secca e disidratata.


C'è perfino  il formaggio Piave Vecchio che io  solo in casi eccezionali  riesco a trovare sul banco del mio formaggiaio di casa.


Ma il punto forte di  Whole Foods, ciò che lo rende il migliore  tra tutti i  supermercati, è la sfilza incredibile di piatti pronti.  Piatti di ogni genere caldi e freddi, insalate miste e  frutta già tagliata a tocchetti.




Ci si può commuovere davanti al bancone delle zuppe self service


Tutto è, ovviamente freschissimo e super certificato. Al cospetto di  tutta questa incommensurabile  quantità e gamma di cibi a disposizione sorge spontanea una domanda a cui temo non sarò mai in grado di dare  risposta: dove caspita li metteranno gli avanzi del giorno prima???





















Quello che vedete  è Whole Foods di Union Square. La sala ristorante al primo piano  ha una enorme vetrata da cui si può ammirare tutta la piazza. Vi consiglio di  venirci nei giorni di mercato  per godervi dall'alto lo spettacolo  delle bancarelle del  Farmers' Market.







8 commenti:

Carla ha detto...

Che meraviglia!!! Ma quanti giorni dovrò stare a New York per riuscire a vdere tutto quello che stai mostrando? ;-)

Pol ha detto...

domani sarò in volo per NY... solo 6 giorni: troppo pochi per seguire i tuoi numerossissimi consigli!! confesso che NY mi piace, mi affascina e che se potessi ci vivrei... ma per ora ci facciamo bastare 6 giorni. Un caro saluto

dede ha detto...

Carla, io credo che nemmeno un newyorkese possa vedere tutto quanto c'è da vedere in questa città straordinaria, e però, per rispondere anche a Pol, sei giorni per un primo assaggio possono bastare. Poi si torna. E si ritorna

erika ha detto...

ci sonon stata sabato a londra.
bellissimo!

Gracie ha detto...

Il mio Paradiso in terra! A casa gli avanzi del giorno prima si riciclano, spero che lo facciano anche qui, con la crisi globale tanto spreco sarebbe da criminali! Magari qualche asilo o scuola o shelter house per senzatetto....
Quando (e se) riuscirò ad andare a NY non avrò che l'imbarazzo della scelta tra i tuoi tanti consigli!
P.S. hai notizie di Niki dal Nepal?

dede ha detto...

A Londra? che bello Erika!
Gracie, anche io mi auguro che Whole Foods dia in beneficenza gli avanzi del giorno prima, anche se non ne sono per niente sicura.
Di Niki ho soltanto letto gli ultimi aggiornamenti sul blog

Gracie ha detto...

Ho letto il suo aggiornamento sul sito, scusa non avevo controllato prima.

erika ha detto...

si sono stata tre giorni a londra.
mi è piaciuta veramente tanto, piu' di parigi... lo so non c'entra nulla.
bella città.
ci voglio tornare! :-)

LinkWithin

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin