venerdì 3 aprile 2009

mangiar sano

Se c'è una cosa che difetta ai Newyorkesi è la mezza misura. Parliamo ad esempio di cibo: a qualsiasi ora del giorno e della notte, c'è sempre gente che mangia. Camminano per strada, viaggiano in metropolitana, aspettano l'autobus e mangiano. Nella maggior parte dei casi si tratta di enormi sacchettoni di junk food di genere e aspetto vario, ma tutti uniti da un comune denominatore: lo straripante profluvio di conservanti grassi saturi e coloranti artificiali che garantiscono per ogni boccone lo stesso apporto calorico di un pranzo di nozze e la stessa botta di colesterolo. Quasi sempre lo spuntino viene anche arricchito e completato con l'assunzione di robuste dosi di bibite gassate, e non è raro veder brandire lattine lunghe almeno il triplo delle lattine di casa nostra. Dall'altra parte, ci sono i talebani del mangiar sano. Quelli che non guardano neanche da lontano un bicchiere se non ricevono assicurazione scritta nerosubianco che l'acqua che contiene è tutta naturale, non contiene grassi ed ha zero calorie. SanTommaso è pregato di verificare con i suoi occhi Senza arrivare agli estremismi esagerati del raw food , a New York si possono trovare ristorantini per tutti i gusti salutistici, organici, vegetariani, vegani o macrobiotici che siano. C'è il carinissimo Caravan of Dreams dall'aspetto di gradevole trattoria familiare senza tante storie in cui si servono ravioli più che discreti con contorno di avocado e spinaci, Oppure se preferite un posto più elegante, c'è gobo, gran bel locale molto ben arredato in stile minimal-nippo-chic, con una piccolissima bussola dalle pareti decorate con anice stellato e bastoncini di cannella, molto carina ma troppo minuscola per permettere una foto decente. Promette cibo per i cinque sensi, ma tra tutti e cinque il gusto mi è sembrato il meno considerato. Ci ho mangiato due volte, ho scelto piatti diversi dai nomi fantasiosi e accattivanti e l'occhio ha avuto la sua parte, non dico di no. E' il palato che ne ha avuta un po' meno, ma forse il mio giudizio severo è dovuto al fatto che il cartone pressato non è tra i miei cibi preferiti. E per continuare sulla strada del salutismo, i ristoranti macrobiotici si sprecano, e sono quasi sempre posti piacevoli e abbordabili che solitamente servono dolci e dessert buonissimi e poi c'è Teany, che mi dicono di proprietà di un famoso DJ, posto microscopico nel lower East Side che serve te spremute e insalate (quasi tutto insipido) ma il mio preferito resta sempre Angelica Kitchen, al numero 300 East di 12th Street. Il suo becchime è di gran lunga il migliore di tutta Manhattan

8 commenti:

antonietta ha detto...

becchime? di primo taglio o di secondo?x la crescita o x il rimpolpamento...sai ho 20 pulcini da allevare e me intendo di becchime, poi quando sono allo spiedo...pancia mia fatti capanna

Lydia ha detto...

L'acqua a 0 calorie...solo gli americani!!!!
Solo per curiosità, ma hanno anche un'acqua con le calorie??!!

alessandra caprini ha detto...

...tanto per cominciare, W NEW YORK CITY ... ci sono stata due volte, che possono sembrare tante o poche... a me sembrano incredibilmente pochissime.
...poi, W IL CIBO SANO... io sono vegetariana, ed ho detto tutto.
...ultima cosa: carinissimo il tuo blog... divento lettrice, subito... non c'è bisogno di chiedere il permesso, vero? ;)
ciao!
...e se ti và passa a dare un occhio al mio blog! :)

alessandra caprini ha detto...

...tanto per cominciare, W NEW YORK CITY ... ci sono stata due volte, che possono sembrare tante o poche... a me sembrano incredibilmente pochissime.
...poi, W IL CIBO SANO... io sono vegetariana, ed ho detto tutto.
...ultima cosa: carinissimo il tuo blog... divento lettrice, subito... non c'è bisogno di chiedere il permesso, vero? ;)
ciao!
...e se ti và passa a dare un occhio al mio blog! :)

marcella candido cianchetti ha detto...

verissimo,mangiano in automatica sembrano robot ,basta quardare un loro telefilm buona giornata

dede ha detto...

Antonietta, la prossima volta che andrò da Angelica ti chiederò una consulenza
Lydia gli americani sono incredibili, non si può escludere che non mettano in commercio anche un'acqua nutriente.
Alessandra benvenutissima, ricambio subito la visita.
Marcella anche tu come me estimatrice di telefilm americani?

Stefania Campanella ha detto...

Anche io adoro Angelica, tra le altre cose cucina benissimo il seitan. Segnalo l'intima saletta con camino del Blossom per una sana cena romantica e sono assolutamente d'accordo con te sulle mezze misure, non esistono.

Il dj famoso è Moby, il suo Teany non ha convinto neanche me:)

The City

Anonimo ha detto...

leggere l'intero blog, pretty good

LinkWithin

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin