mercoledì 24 settembre 2008

Pallacanestro da strada

Andando a spasso per Manhattan capita spesso di incappare in qualcosa che si è visto migliaia di volte nei film e telefilm (ossignùr, si chiameranno ancora così? ho paura di no) ma che chissà perchè, uno pensa sia frutto della fantasia del regista e non una fotografia reale della città. Un esempio a caso? Un campo da basket come questo, ficcato in mezzo al traffico e fatto con quattro segni di vernice bianca sul battuto di cemento, una recinzione metallica e stop. Fuori qualche passante a curiosare e l'immancabile poliziotto di ronda, in divisa, grosso come un guardaroba, occhiali neri e chewingum d'ordinanza. Dentro ad allenarsi una squadra di giovanottoni alti due metri, troppo bravi per essere dilettanti, che palleggiano e vanno a canestro con balzi che arrivano al secondo piano. La prima volta ti guardi intorno cercando la troupe nascosta: è tutto troppo ben studiato per essere vero e ti aspetti che da un momento all'altro compaiano sul set gli attori. Poi ti ricordi di essere a New York, e non ti sorprendi più di nulla.

4 commenti:

Giorgia ha detto...

anch'io a new york per rimanere incantata da tutte queste meraviglie...

dede ha detto...

e allora forza Giorgia, parti! sembra difficile ma basta rompere il ghiaccio la prima volta

marinella ha detto...

Ricordo che questo genere di campi si trovava in tutti i quartieri anche a Brooklyn. Secondo me sono una bella cosa, dovrebbero pensare di metterli anche da noi, così i ragazzi potrebbero avere dove giocare a pallone senza doverlo fare per strada. La griglia di protezione impedisce ai polloni di finire in strada. ciao

Giorgia ha detto...

ma... io partirei anche. al momento mi manca però la materia prima per affrontare il viaggio... vile denaro! non temere, appena l'avrò partirò!

LinkWithin

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin