martedì 15 aprile 2008

Su e giù per le scale







Torino, Palazzo Reale.
Su e giù per scaloni di rappresentanza scale per la servitù e scalette di servizio, un po' per vedere i lavori di restauro, e un po' per curiosare tra gli antichi lavandini e le ghiacciaie in disuso accatastati nelle cantine in attesa di tornare agli antichi splendori.
Camminare per chilometri di corridoi, tra vecchie caldaie, statue intabarrate nella plastica e mezzibusti impettiti che si guardano negli occhi da chissà quanto tempo, e magari non hanno niente da dirsi.
Fotografare, con il gusto molto infantile e un po' sadico di sapere che è un privilegio per pochi


























3 commenti:

ivana ha detto...

Le tue parti!!!!!
Bellissime, scorrendo le immagini mi pare proprio di vedere te che scovi uno scorcio, ti innamori di una luce, vuoi scandagliare un angolino, instancabile...sempre viva e fresca la tua passione all'immagine, alle forme, alle linee!

Grazie...un piacere anche per me!!!!

dede ha detto...

ivana, se dovessi andare in tournee ti arruolerei subito nella mia claque

ivana ha detto...

Non faccio claque...sono parca...o meglio zitta, dove non provo emozione...qui da te le emozioni sono tante, svariate, e non posso non esprimermi!!!!
Il tuo linguaggio è serrato, ironico, autoironico...e non capita spesso, in tutto il mondo logorroico internettiano, di incontrarne uno simile!
Spesso poi si è inviluppati da pastoie di retorica, sdilinquismo, "lecchismo", e tanta iopocrisia! Mentre qui si procede belli spediti, divertiti, e con del bel significato reale, di arte, storia e anche di personali riflessioni!
Uè...stop!!!!
Vado a lavorare!

LinkWithin

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin