venerdì 25 gennaio 2008

se Parigi val bene una messa, Manhattan val bene un raffreddore



Il raffreddore che mi trascino ancora da quella sera: temperatura meno sette gradi centigradi e un vento sferzante che tagliava la faccia. In giro solo pochi balenghi che facevano jogging e due pellegrini arrivati dall'Italia, ciascuno con la sua bella digitalina in mano e le dita dure come uno stoccafisso per il freddo.
Ma ne valeva la pena







4 commenti:

P ha detto...

Città magica la grande mela...da qualsiasi angolo lo prendi.

erika ha detto...

wow!

Anonimo ha detto...

sandra
DeDe!! Hai ragione.. spettacolare!
come stai??
bacioni

marcella candido cianchetti ha detto...

come ritornerei volentieri a n,y bellissima anche con le sue contradizioni buona domenica

LinkWithin

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin