giovedì 4 dicembre 2008

Le vongole dell'imperatore

Mi sono proposta di non occuparmi di cucina in questo blog, dal momento che di blog culinari bellissimi e pieni di idee brillanti ce ne sono già a bizzeffe e io non amo farmi del male. Però in qualche occasione ho derogato dal proposito e ho messo le mie brave ricette semplici e veloci. Una di queste è stata citata (grazie!) dal mio amico JM nel suo Cucinare lontano quando si è occupato di pesci e di formaggio. Insieme. Può suonare strano solo da noi in Italia, ma io ricordo anni fa una meravigliosa bouillabasse abbondantemente ricoperta da uno strato di gruyère grattugiato. Non ricordo in quale parte della Francia fossimo, ma mi è rimasto impresso lo sguardo sognante del cameriere che me la metteva davanti, e non esagero se dico che l'avevo trovata celestiale. E così, di ricordo in ricordo, di latticino in latticino, mi è tornata alla mente un'altra specialità squisita che potrebbe suscitare più di una perplessità in un purista della cucina: le penne in barca alle vongole e panna, e stavolta ricordo bene anche il luogo in cui il piatto è di casa: l'Isola d'Elba. Ne avevamo parlato tempo fa tra amici di pentola, e una delle ipotesi più plausibili attribuiva l'origine del piatto all'influenza di Napoleone e della cucina francese. Perchè no, anzi, la cosa mi sembra molto ma molto probabile, visto che tutta l'Elba ancora oggi gronda vestigia napoleoniche. E a proposito di vongole e di accostamenti a dir poco bizzarri, come non ricordare il portoghese maiale alle vongole? Ma questo è un altro discorso.

4 commenti:

antonietta ha detto...

se capito da quelle parti mangerei volentieri quelle vongole

papavero di campo ha detto...

cara dede parrebbe una provocazione la panna con le vongole eppure di proposte indecenti è fatta la mania cuciniera collettiva, se tu che l'hai provata la dici buona io ti credo!

ivana ha detto...

Ciao Dede,
penso che non stai parlando di fantasie im provvise dei santoni della cucina...e lo vedi dalle ipotesi che esponi...
A me pare strano invece che non ci si renda conto come in fondo gli ingredienti, più o meno sono sempre quelli, ma cambiando latitudine e longitudine si incrociano miriadi di varianti, tutte plausibili, in quanto sono piatti reali di tutte le altre culture diverse da noi!
Grazie sempre per le foto interessanti!
ciauuuuuuuuuuuu !

Kazu ha detto...

Dalle mie parti (quelle nuragiche) la pizza con i frutti di mare è spesso e volentieri con pomodoro e mozzarella. E quando rientro a casa non manco mai all'assaggio :)

LinkWithin

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin