lunedì 21 aprile 2008

Caro Diario



Caro Diario, ti voglio raccontare come ho passato la giornata di sabato. Come tu ben sai io ho un bel gruppo di amici di pentola.
Amici
, perchè la lingua italiana è maschilista: trenta flessuose fanciulle in tutù + un marcantonio in calzamaglia, e ti tocca definirli tutti indistintamente ballerini, al maschile.
Noi non siamo ballerine, lo dicevo solo per fare un esempio, e però, annoverando nel gruppo cuciniero un solo maschietto, eravamo per questa ragione definibili tutti, indistintamente, amici di pentola. La cosa ci sembrava ingiusta, e allora abbiamo tagliato la testa al toro e arruolato anche i nostri consorti, almeno adesso siamo in perfetta parità, ma per davvero.
Ti avevo già raccontato della cena del mio compleanno, e dunque non ti sorprenderai nell'apprendere che il gruppo si è prodotto in un'altra performance: una cena per un'ottantina di persone, oltre naturalmente alle cuciniere e ai sopra citati consorti.

Il menu era stato preparato per tempo, e quando ci siamo trovate (trovati) tutti in cucina, non è stato difficile prendere il via e filare avanti abbastanza spediti.
Giusi ha subito preso saldamente il comando dei pedali




Lucilla e Gabriele si sono sfidati in un duello all'ultima crepe



Daniela si è dedicata al difficile compito di assaggiatrice ufficiale, e lo ha svolto con encomiabile abnegazione: non un solo piatto è uscito dalla cucina senza la sua approvazione, non si è tirata mai indietro nemmeno di fronte alla necessità di ripetere il test.


Chiara lavorava un po' su tutti i fronti senza risparmio ma caro diario, ti confesso che ce la saremmo proprio vista brutta senza il contributo di fondamentale Paola e Maria Antonietta. Due new entries preziose, senza le quali dubito che ce l'avremmo fatta.











C'è stato addirittura il tempo per una pausa caffè
















E dopo i parfaits di Maria Antonietta, mooooooolto apprezzati, passerella finale con calorosi applausi.

Alla fine della serata, caro diario, abbiamo lavato i piatti e ce ne siamo andati tutti a casa, stanchi ma felici per la bella giornata trascorsa.

7 commenti:

papavero di campo ha detto...

dede: una ragazzina!

bello disporre di una cucina da grande ristorazione!
la noleggiate?
e chi fa lo/la chef? insomma l'auctoritas

dede ha detto...

eravamo ospiti di un'associazione, ci hanno prestato sala e cucina. Non c'è stato bisogno di direttore dei lavori: il menu era stabilito da tempo e ciascuno sapeva già molto bene cosa doveva fare, non ci sono stati intoppi.

astrofiammante ha detto...

Ehiiii, ma che organizzazione, tutti
ben decisi e operosi come tante api nell'alveare.........e Dede....non mi sembra di averla vista all'opera.... ...con la scusa delle foto si mangia a sbaffo ehhhh!!!! furbacchiona!!!
Ciaooooo!

Artemisia Comina ha detto...

meraviglioso. da ingaggio.

ed io? mai a invitarmi, eh?

dede ha detto...

astrofiammante, stai scherzando. non hai idea la fatica: cucinare e fotografare, fotografare e cucinare, sono arrivata a casa stremata.

Artemisia, tu sai mentire come nessuno. E io sempre qui a struggermi

marinella ha detto...

Ma che magnifica cena! non vi siete mai scontrate con tutto quel popolo in cucina? Io tutte le volte che mi metto a cucinare in coppia con alcune amiche, finisco sempre col rimbalzare sistematicamente visto che ci scontriamo continuamente. Vero è che la mia cucina è proprio piccola per le mie esigenze, e che siamo tutte piuttosto in carne.
ciao baci

cocozza ha detto...

Vi siete organizzati proprio bene prima preparato tutti insieme e poi tutti insieme avete pappato.Bella cosa.
ciao cocozza

LinkWithin

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin