martedì 25 marzo 2008

Alfred de Musset, Mario Merola e cuore di mamma

Alfred Louis Charles de Musset, nato a Parigi l'11 dicembre 1810 e morto il 2 maggio 1857, era un poeta e scrittore francese.
Ebbe anche una storia d'amore con George Sand, la superfamosa pre o proto femminista dalla vita scandalosa che usava andare in giro vestita da uomo e aveva l'hobby di far girare la testa a molti uomini illustri. Fece parecchie vittime, tra le quali anche Prospero Merimèe e il povero Chopin che con la sua salute così cagionevole non avrebbe davvero dovuto lasciarsi trascinare in tempeste amorose.
Ma torniamo a De Musset e alla sua storia, che finì piuttosto tristemente a Venezia, molto prima che capitasse la stessa cosa anche a Charles Aznavour: si era ammalato seriamente, con tanto di crisi di pazzia e allucinazioni a cui forse non era estranea una sua propensione per l'assenzio, e la signora pensò bene di lasciarlo e di andarsene con il suo medico curante. Capita, non bisogna farne un dramma. Cosa che invece fece de Musset, anzi, ne fece addirittura due: Fantasio e Non si scherza con l'amore, due pieces teatrali che, insieme a I Capricci di Marianna, andranno in scena in aprile al Teatro Astra a Torino.
Perchè racconto la rava e la fava del signor de Musset, dal momento che non conosco quasi per niente la letteratura francese? E' verissimo, di letteratura francese io conosco a malapena i classiconi importanti, ma da brava italiana ho una discreta dimestichezza con Mario Merola e le sue sceneggiate. E Mario Merola canta che i figli 'so piezz'e core. E mia figlia Elisa reciterà nel Fantasio. Fate due più due.








E qui la recensione, con tanto di fotografia! Stai a vedere che il critico legge il mio blog...

9 commenti:

ivana ha detto...

Ma che bello!!!!

Complimenti!!!
Mi fai ricordare che un paio di settimane fa ho visitato "La Realtà dell'Illusione" un percorso teatrale di Luisa Spinatelli, costumista e scenografa!!!
Metterò qualche foto da me!!!
Hai fatto una bella introduzione, garbata, quasi scusandoti...!!!!
Un abbraccio Dede e un in bocca al lupo per 0 piezz'e core!!!

la belle auberge ha detto...

Brava Elisa!!!

eu

papavero di campo ha detto...

in bocca al lupo per Elisa!
e auguri Dede anche a te, ché sempre dietro ad una brava figlia c'è una brava madre!

ps: Elisa è la seconda da sx nella prima foto e la terza nella 3^ foto e la prima da sx nell'ultima foto?
molto carina molto femminile!

dede ha detto...

è la prima da sinistra anche nella terza foto.
e grazie a tutte per le gentili parole, le riferirò ad Elisa dopo il debutto, ora è un pochino nervosa

la belle auberge ha detto...

dimenticavo di aggiungere che anch'io, una settimana fa, ho visto una rappresentazione sacra con testi di T.S.Eliot, A.Merini, Iacopone da Todi, F.Scharf intitolata "Più forte della morte è l'amore".
OK, il contesto e i contenuti erano diversi, ma non ho potuto fare a meno di pensare a tua figlia e alle difficoltà varie di questo lavoro. Che soddisfazione, però, quando vedi la gente che ti applaude convinta.
ciao
eu

dede ha detto...

Speriamo che applauda convinta anche stavolta, se no il nostro de Musset ci rimane male

Esther ha detto...

in c...o alla balena, Elisa! E forza Dede. Per esperienza so come il ruolo sia difficile (voglio dire quello delle madri i cui figli si cimentano su qualsivoglia palcoscenico)

Dede ha detto...

Ciao Dede, mi fa sempre piacere visitare il tuo blog, ci sono sempre cose interessantissime da leggere e curiosita'. Complimenti alla tua figliola.
Ciao e buona giornata
Dede

dede ha detto...

grazie per la visita, omonima!

LinkWithin

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin