mercoledì 10 ottobre 2007

ebbene si, anche io

anche io cuoca dispensatrice di ricette. Quando, in preda a raptus, ho dato il via alla mia bloggavventura, avevo nella mente decine e decine di blog di cucina, qualcuno bello qualcuno bellissimo qualcuno bruttino, ma tutti rigorosamente precisi nell'indicare dosi tempi e modalità di cottura. Io, neanche se piango in cinese, neanche quando mi impegno solennemente a seguire fedelmente le indicazioni non mi ricordo di usare la bilancia o di dare un'occhiata all'orologio, e con questo metodo rigoroso procedo gioiosamente incontro a grandi fallimenti, ma anche a grandi successi. Grandi e irripetibili. Per farla breve, ho capito subito che un blog di cucina era una roba troppo complicata, al di sopra delle mie possibilità.
Ma una ricetta ogni tanto, da cucinare in poco tempo e senza il misurino del farmacista, anche Chaltron Woman la può arrischiare, e allora:

ROTOLO DI SALMONE FARCITO AL FORNO

Fare saltare in padella quattro/cinque carciofi tagliati a fettine sottilissime.
Lasciare intiepidire, e aggiungere una generosa quantità di parmigiano grattugiato e due uova. Deve risultare un composto non troppo liquido: eventualmente, correggere con poca farina o poco pane grattugiato. Aggiustare di sale, pepare.



Pulire e tagliare via le teste a due grosse trote salmonate. Aprirle a libro, e appoggiarle bene accostate tra loro su un foglio di carta forno appena unto di olio, e cosparso di pane grattugiato. Va benissimo anche un salmone, purchè sia sufficientemente grosso da poterlo arrotolare.



Spalmare i pesci con il composto di carciofi, e arrotolare come per fare una rolata, aiutandosi con la carta.



Legare l'involto, e metterlo a cuocere in forno caldo. Il tempo di cottura è proporzionale al diametro del rotolo. Io mi fido del tatto: se alla pressione la consistenza è soda, vuole dire che è cotto. Diciamo che mezz'ora dovrebbe bastare. Il comodo di questa preparazione è che, tolta la legatura e la carta, il rotolo si presenta bello compatto, e le fette sono regolari e si tagliano facilmente. Servire con patate al vapore e panna acida, se piace.







3 commenti:

sandra ha detto...

una donna un mito!!!! ;-)))
sei grande dede ,anche senza dosi tempi di cottura etc etc...
un abbraccio
bacioni

Anonimo ha detto...

ricetta carpitati già tanto tempo fa!e pure riprodotto!
Ciau
giusi

Cristina ha detto...

Ma siamo tutti qui? Stavo giusto pensando a qualcosa di pesce, ho visto girare qualche carciofo, quasi quasi stavolta la provo, questa ricetta già assaggiata e buonissima.

LinkWithin

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin